Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

VISTO PER STUDIO

Si informano gli studenti che le domande di visto per studi universitari e post-universitari vanno presentate direttamente all’Ambasciata, prenotando un appuntamento sul sito https://prenotami.esteri.it/

 

CONDIZIONI PRELIMINARI

Gli studenti possono presentare domanda di visto per immatricolazione universitaria a condizione di risultare regolarmente preiscritti sul sito Universitaly:  https://www.universitaly.it/index.php/registration/firststep

Gli interessati sono inoltre pregati di leggere con estrema attenzione la circolare relativa alle procedure 2022/23, da scaricare seguendo il link https://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/

 

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE

1. Formulario di domanda di visto nazionale di lungo soggiorno (D), debitamente compilato e firmato.

2. Due (2) fototessere recenti a colori su sfondo bianco (3,5 x 4,5 cm).

3. Passaporto in corso di validità (almeno quindici mesi) + fotocopia delle prime due pagine e di ulteriori pagine contenenti eventuali visti rilasciati da Paesi Schengen.

4. Copia della carta d’identità nazionale, o del permesso di soggiorno per i cittadini aventi altra nazionalità.

5. Originale e fotocopia dell’atto di nascita.

6. Copertura bancaria : per l’A.A. 2022/23 è di 467,65 euro mensili per una durata di tredici mesi (Circolare n. 197, avente per oggetto “Rinnovo delle pensioni, delle prestazioni assistenziali e delle prestazioni di accompagnamento alla pensione per l’anno 2022, diramata dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, il 23 dicembre 2021, con la quale sono stati resi noti i valori dell’ “assegno sociale”), pari a 6.079,45 euro. A questo proposito, si precisa che è necessario fornire le predette garanzie unicamente attraverso banche inserite nei circuiti finanziari mondiali; gli istituti di credito locali, al di fuori dei circuiti bancari internazionali (cosiddette micro-finanze, “tontines” ecc…) non sono accettati.

7. Documentazione dimostrante la capacità economico-finanziaria personale, o dei genitori dello studente, o di colui che lo prende in carico (conti correnti bancari, atti di proprietà immobiliare, buste paga, etc).

8. Dichiarazione d’alloggio o prenotazione alberghiera.

9. Lettera di presa in carico.

10. Copia del “baccalauréat” o comunque del titolo di studio richiesto per l’ammissione alla formazione universitaria in Italia.

11. Copia del certificato di conoscenza dell’italiano di livello B2.

12. Copia del certificato di preiscrizione universitaria in Italia (Universitaly).

13. Se vincitori di borsa di studio, documenti indicanti l’importo e la durata della borsa di studio.

14. Assicurazione sanitaria avente una copertura minima di €30.000 per le spese per il ricovero ospedaliero d’urgenza e le spese di rimpatrio, valida in tutta l’area Schengen.

15. Prenotazione biglietto aereo andata e ritorno.

 

ALLEGATI

 

NOTE

Tutta la documentazione gabonese (atti di stato civile, prese in carico da parte di familiari, ecc…) deve essere legalizzata al Comune (Mairie) ed al Ministero degli Affari Esteri di Libreville. La documentazione non gabonese deve essere legalizzata dalle autorità del Paese di origine e dall’Ambasciata o Consolato italiano competente in quel territorio (per esempio un atto di nascita camerunense deve essere legalizzato dalle autorità del Cameroun e dall’Ambasciata d’Italia a Yaoundé; una presa in carico economica da parte di un genitore residente in Congo deve essere legalizzata dalle autorità congolesi e dall’Ambasciata d’Italia a Brazzaville, ecc…). I titoli di studio non conseguiti in Gabon, se necessari per l’ammissione all’Università italiana, devono essere accompagnati dalla dichiarazione di valore rilasciata dall’Ambasciata o Consolato italiano competente nel territorio in cui il titolo di studio è stato conseguito.

• Il servizio visti si riserva la facoltà di richiedere documenti aggiuntivi, qualora necessario, rispetto a quelli sopraelencati e di verificare l’autenticità della documentazione presentata.

• La presentazione della documentazione completa non comporta necessariamente il rilascio del visto.

• La presentazione di documentazione falsa e/o contraffatta comporta il rifiuto del visto e la segnalazione alle competenti Autorità italiane e gabonesi.

• Al momento di ingresso in Italia e nell’area Schengen, anche se siete in possesso di un visto valido, le Autorità frontaliere si riservano la possibilità di chiedere nuovamente i documenti che hanno permesso di ottenere il rilascio del visto.

 

Per ulteriori informazioni, visitare il sito: https://vistoperitalia.esteri.it/home.aspx